A

Mercoledì 07 maggio 2008

VOLA ALTA, PAROLA.
Vent'anni di Edizioni Colophon


Mercoledì 7 maggio 2008 - inaugurazione ore 17.30. Biblioteca centralizzata A. Frinzi dell'università di Verona
    Saluto delle autorità:
  • Alessandro Mazzucco (Magnifico Rettore dell'Università di Verona)
  • Erminia Perbellini (Assessore della Cultura del Comune di Verona)
    Interverranno:
  • Stefano Verdino (docente di Letteratura italiana, Università di Genova)
  • Giorgio Cortenova(direttore della Galleria d'Arte Moderan Palazzo Forti)
  • Egidio Fiorin (fondatore e direttore di Colophon edizioni)
  • Daniela Brunelli (direttrice della Biblioteca centralizzata A. Frinzi)
Galleria d'Arte Moderana Palazzo Forti
Visita alla mostra dalle ore 19.00 alle 21.00
La mostra, organizzata in due sezioni dalle Edizioni d'Arte Colophon in collaborazione con la Biblioteca A. Frinzi dell'Università di Verona e la Galleria d'Arte Moderan Palazzo Forti rimarrà aperta fino a domnenica 8 giugno 2008 con i seguenti orari:

Biblioteca A. Frinzi Via San Francesco, 20
da lunedi a venerdi 8.15 - 23.45
sabato e domenica 8.15 - 19.45
ingresso gratuito info: tel. 045 8028600 - www.univr.it


Galleria D'Arte Moderna Palazzo Forti Volto due Mori, 4
da martedi a venerdi 9.00 - 19.00
sabato e domenica 10.30 - 19.00
chiusura biglietteria ore 18.00
(biglietto: euro 5.00 intero; 4.00 ridotto; 3.00 ridotto speciale )
info: tel. 045 8001903 - palazzoforti@comune.verona.it - www.palazzoforti.it

11 febbraio 2007

QUELLA VIVIDA SOSTANZA

Mercoled� 28 febbraio 2007 alle 18.30
presso la Biblioteca del Senato "Giovanni Spadolini"
piazza della Minerva, 38 - ROMA
verr� presentato il nuovo libro che la Colophonarte
dedica al grande poeta MARIO LUZI

Quella vivida sostanza


L'opera raccoglie 12 poesie di Luzi tradotte in 12 lingue dell'area culturale europea: dal portoghese al russo, dall'inglese al greco.
A corredare il libro stampato su carta Amatruda un'opera di Mauro Staccioli.

Presenteranno il libro: Sebastiano Grasso, Stefano Verdino, Mauro Staccioli e l'editore Egidio Fiorin.